4 lug 2019

Dove avevo la testa

Ora prendo un foglio e ti disegno, prendo un libro e ti romanzo, affitto un orizzonte e ti paesaggio, non è giusto lasciarti non detta, non ha senso tenerti sottintesa, è uno spreco assistere al tuo viso e non farne un dipinto da portare appeso al cuore, precipitare nei tuoi occhi e non raccontarli a tutti, conoscere la tua pelle e non dire a nessuno i brividi che sparge sulla mia, o il tuo odore e non dire a nessuno le fiabe che mi ricorda, non capisco come ho fatto a lasciarti così a lungo disamata, a girare per la vita lasciandoti imbaciata, mi chiedo dove avevo la testa, cos'avevo per la testa, come mai ci ho messo così tanto a perderla, e a non volerla trovare mai più.
Sergio Claudio Perroni




23 nov 2017

vuoto



" e lo spazio è pieno della tua mancanza…"

Negramaro



6 set 2017

ricostruire

“In luoghi abbandonati
noi costruiremo con mattoni nuovi
vi sono mani e macchine
e argilla per nuovi mattoni
e calce per nuova calcina
dove i mattoni sono caduti
costruiremo con pietra nuova
dove le travi sono marcite
costruiremo con nuovo legname
dove le parole non sono pronunciate
costruiremo con nuovo linguaggio.”

Thomas Stearns Eliot


1 set 2017

Grata

” Non mettetemi accanto a chi si lamenta
senza mai alzare lo sguardo,
a chi non sa dire grazie,
a chi non sa accorgersi più di un tramonto.
Chiudo gli occhi, mi scosto di un passo.
Sono altro.
Sono altrove.”
Alda Merini



photo by





30 ago 2017

Ovunque tu sia

Quale distanza
hai messo
tra di noi?
Con quale aereo
ti potrò raggiungere
nel vuoto buio
in cui ti immagino?
Qui il caldo sembra
non finire sai?
Scivola sul corpo
come acqua leggera.
Sta finendo un’altra estate
in tua assenza.
Ma non c'è fruscio di foglie
o folata di vento
in cui non mi sembri di sentire
la tua voce.
Mentre mi allontano dal mondo.

G.Gastel